Articolo a cura di Alessandro Bernardi

Spesso i clienti che acquistano da noi articoli per fumatori ci chiedono consigli su quali siano le migliori tipologie di cartine lunghe e corte, così finalmente ci siamo decisi sul da farsi: scrivere una guida dedicata all’argomento delle cartine per tabacco.

Ovviamente i gusti sono molto soggettivi, una cartina che per me potrebbe risultare piacevole magari per i tuoi gusti non lo è, in ogni caso per deviare il problema abbiamo scelto di inserire diverse tipologie per guidarti in questa scelta, in modo tale che sia tu a sperimentare il sapore che più ti aggrada e soddisfi il tuo palato.

Ora che abbiamo fatto questa piccola premessa partiremo con una breve introduzione per capire le diverse tipologie di cartine  e le principali differenze per poi arrivare a scoprire le migliori marche.

Cartine di tipo A e cartine tipo B: quali sono le differenze?

Una delle più grandi differenze che possiamo trovare nel mondo delle cartine è la tipologia: A o B.

Le cartine di tipo A si distinguono facilmente da alcune caratteristiche:

  • il colore bianco
  • la porosità
  • spessore

In questa tipologia sulla cartina sono presenti delle “alette” che impediscono alla sigaretta di spegnersi anche quando il fumo non viene aspirato.

Le cartine di tipo  B sono perfette per il tabacco umido o semi-umido poiché avendo una combustione più rapida  è difficile che si spengano spesso.

Le cartine di tipo B  sono quelle più conosciute e diffuse in tutto il panorama dei fumatori.

Sono riconoscibili dal loro colore trasparente e dalla loro sottigliezza, la loro combustione  è molto più lenta rispetto a quelle precedenti.

È consigliabile usarle con tabacchi secchi che bruciano molto velocemente, queste permettono una durata della sigaretta maggiore grazie alla combustione lenta o a volte super-lenta.

Se si utilizza la tipologia di cartine A per fumare tabacchi troppo secchi la sensazione alla gola sarà molto forte e pronunciata.

 Riconoscere le diverse tipologie di cartine? Ti sveliamo come farlo

Se vuoi acquistare le cartine online riconoscere le versioni descritte precedentemente sarà molto più semplice rispetto all’acquisto tramite un tabacchi in quanto prima di acquistarle avrai la possibilità di leggere la grammatura.

La grammatura delle cartine A

La versione A solitamente ha una grammatura che corrisponde a 18,5 o 19 g/ m².

La grammatura delle cartine B

Las versione B parte da un peso minore, 11 g/ m² fino ad un massimo di 18 g/ m².

Questa differenza è sostanziale, tutta via esistono delle cartine ibride o intermedia che hanno una grammatura pari a 16 g/ m² adatte alla maggior parte dei tabacchi (semi-umido o secco)

Al giorno d’oggi vengono apprezzate molto anche le cartine naturali che  vengono fabbricate con cellulosa o canapa, chiamate comunemente “pure” oppure “organiche”.

Ultime ma non per importanza esiste una tipologie di cartine che hanno un peso di 11 g/ m² ovvero le cartine senza la presenza di colla.

Vengono prodotte utilizzando un fine papiro egiziano e hanno il grande vantaggio di non spegnersi.

Riconoscere le cartine naturali

Sia che tu prediliga la tipologia di cartina A o B è bene che tu sappia dell’esistenza di una terza varietà: le cartine organiche o naturali.

Le cartine organiche o naturali rispetto a quelle precedentemente indicate presentano delle notevoli differenze:

  • Colore marroncino: Questa tipologia di cartine non vengono trattate con cloro quindi possiedono il colore originario della cellulosa;
  • Materiali: vengono prodotte utilizzando solamente canapa, polpa di legno, papiro, o lino organico e biologico;
  • Colle: in queste cartine la colla chimica non sarà presente poichè vengono prodotte interamente con gomma arabica;
  • Combustione: Non sono presenti tracce di sostanze che aiutano la combustione e nemmeno tracce di zolfo;
  • Imballi: le scatole, i contenitori e gli imballi vengono prodotti al 100% naturalmente così da essere biodegradabili.